quais-areas-podem-oferecer-um-melhor-futuro

QUALI SONO LE AREE DI STUDIO CHE POSSONO OFFRIRE UN MIGLIOR FUTURO PROFESSIONALE?

Domande Frequenti

Uno dei motivi principali che spingono ad iscriversi ad un corso universitario, sia esso un corso di laurea o un corso post-laurea, è il ventaglio di opportunità professionali che sarà in grado di aprire allo studente nel mercato del lavoro. Le circostanze economiche, infatti, hanno spinto molte persone a privilegiare un punto di vista un po’ più pragmatico, lasciando in secondo piano quel romanticismo che spinge invece a seguire la vocazione di tutta la vita. Ecco quindi la nostra selezione delle aree che offrono maggiori opportunità lavorative.

Ingegneria applicata alle TIC

Diversi portali come Idealista, Universia, nonché l’agenzia per l’impiego Randstad, danno notevole risalto all’Ingegneria Elettronica, i cui rami in alcuni casi (come ingegneria elettronica industriale) hanno tassi di impiego superiori al 95%. I dottorati e i master online, come il Master in Ingegneria Industriale patrocinato da FUNIBER, assumono ancor più rilievo in quanto consentono allo studente di portare avanti contemporaneamente l’attività lavorativa e applicare le conoscenze acquisite nel corso degli studi.

Altri tipi di ingegneria che stanno assumendo sempre più importanza sono quelli dedicati a informatica, aeronautica e telecomunicazioni, tutti con un tasso di disoccupazione tra il 10 e il 5%. In Perù, per esempio, stando a quanto affermato da Universia, la domanda di ingegneri con specializzazione in sicurezza informatica è addirittura superiore all’offerta, in altre parole c’è una mancanza di professionisti qualificati.

Il ranking elaborato dal portale educativo Formación online per il 2018 e il 2019 colloca tre tipi di ingegneria in ambito TIC tra le cinque carriere con più sbocchi professionali: Ingegneria Tecnica Industriale, Ingegneria Industriale e Ingegneria Informatica.

Anche FUNIBER patrocina corsi di laurea nell’area dell’ingegneria in ambito TIC: si tratta della Laurea in Ingegneria Informatica e della Laurea in Ingegneria dell’Organizzazione Industriale, entrambe .offerte dalla Universidad Europea del Atlántico (UNEATLANTICO).

Scienze Aziendali

Universia colloca l’ambito aziendale come uno di quelli ad oggi con più necessità di professionisti formati, in particolare nell’area latinoamericana, dove diversi paesi stanno sperimentando una importante crescita industriale negli ultimi anni. La classifica elaborata da Formación online, portale menzionato in precedenza, colloca le carriere in Amministrazione e Direzione d’Impresa e Scienze Aziendali tra le cinque lauree con maggiori sbocchi professionali.

I portali citati consigliano di continuare a studiare in concomitanza con l’attività lavorativa poiché, come afferma il quotidiano economico spagnolo Cinco Días, è importante studiare master e dottorati per specializzarsi e prepararsi ai posti di lavoro ambiti. Questa è la filosofia seguita da corsi accreditati e di livello universitario come il Master in Amministrazione e Direzione d’Impresa (MBA) offerto dalla Universidad Internacional Iberoamericana de México (UNINI México) e UNEATLANTICO, master di eccellente qualità che consentono di mettere d’accordo attività professionale e accademica.

Sanità

I portali Idealista e Randstad registrano una forte domanda di professionisti in diversi rami dell’ambito sanitario, come medicina, farmacia e scienze infermieristiche, un fenomeno causato dall’aumento delle aspettative di vita in molti paesi, il quale a sua volta sta contribuendo sempre più all’invecchiamento della popolazione.

Randstad, inoltre, consiglia ai professionisti di continuare a studiare e a specializzarsi attraverso master e corsi post-laurea, poiché questo è ciò che rende il loro profilo molto più  appetibilie sia in ambito sanitario che presso aziende del settore, a livello nazionale e multinazionale. A questo proposito, programmi come il Master in Management e Ricerca in Ambito Sanitario e il Master in Scienze Infermieristiche con specializzazione in Management Sanitario patrocinati da FUNIBER possono facilitare l’accesso degli studenti a migliori opportunità professionali, senza dimenticare che l’invecchiamento della popolazione commentato in precedenza sfocia nella necessità di personale specializzato anche nell’area della Gerontología,

Di grande interesse per questo settore sono anche i master e i corsi di perfezionamento onlie offerti dalla Università Politecnica delle Marche e dalla Università di Pavia.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), inoltre, sottolinea come l’area geografica dell’America Latina e dei Caraibi rappresenti un mercato emergente per il deficit di personale sanitario specializzato a breve e medio termine.

Sport

Il numero di persone che comincia a prendersi cura di sé in modo costante attraverso l’esercizio e lo sport, cresce di anno in anno, trasformando l’ambito dello sport in un settore economicamente attivo e sempre alla ricerca di professionisti qualificati.

Questa domanda di personale qualificato si basa in particolare sulla pratica dell’esercizio fisico come attività in grado di offrire un beneficio per la salute di chi la pratica. È molto importante, infatti, che i professionisti di questo settore ricevano una formazione aggiornata e di alto livello per sapere ciò che è più conveniente per ogni organismo e disegnare in questo modo piani di allenamento specifici ed il più possibile personalizzati.

Il Master in Attività Fisica e Salute patrocinato da FUNIBER offre una formazione aggiornata che prepara lo studente a soddisfare le domande del mercato attuale, in quanto permette di approfondire tutti gli aspetti legati alla corretta pianificazione ed esecuzione dell’esercizio fisico, per ottimizzare in questo modo i risultati e i benefici per l’organismo. Il Master offre anche delle solide basi per chi desidera fare ricerca in ambito sportivo con il Dottorato in attività fisica e salute, un corso patrocinato da FUNIBER sin dalla sua inaugurazione nel novembre del 2017.

Da menzionare a questo proposito anche il Master in Nutrizione e Dietetica Applicata allo Sport, offerto dalla Università Politecnica delle Marche in collaborazione con FUNIBER.

Per maggiori informazioni su dottorati, master e corsi di perfezionamento nelle aree di studio menzionate, nel portale di FUNIBER è possibile trovare tutte le informazioni sui programmi di studio patrocinati dalla Fondazione.

educacion-dosmildieciocho

LE TENDENZE EDUCATIVE PIÙ IMPORTANTI DEL 2018

Domande Frequenti

Esperti e portali educativi sono d’accordo nel prevedere per l’anno 2018 che pratiche quali mindfulness, condivisione delle conoscenze e utilizzo di piattaforme virtuali saranno elementi indispensabili nel mondo dell’insegnamento del prossimo futuro. Ciò sancirà definitivamente la formazione continua come requisito quasi imprescindibile per poter crescere professionalmente. Quale strada prenderà allora il settore dell’educazione nei prossimi mesi? Ecco le nostre considerazioni.

Meno aule

Ci muoviamo verso un mondo senza frontiere, nel quale grazie alla rete sarà più facile interagire con persone provenienti da ogni parte del mondo. Nell’ultimo Congresso Internazionale sull’Innovazione Educativa, svoltosi nel dicembre 2017 a Monterrey (Messico), si è constatato come questo fenomeno si stia sempre più adattando al contesto educativo: l’educazione sarà sempre più a distanza e sarà sempre più possibile far convivere lo studio con altre attività. Le istituzioni educative, pertanto, dovranno adattare i propri programmi affinché questi possano essere seguiti online senza che venga meno la loro qualità. Alla luce di queste considerazioni, acquisiscono particolare importanza master e dottorati a distanza, come quelli offerti dalla rete universitaria alla quale FUNIBER collabora.

Condivisione delle conoscenze

Portali come Universia hanno parlato di questo concetto, il quale include sia l’uso di risorse virtuali per condividere risorse con colleghi di corso da tutto il mondo, sia il lavoro collaborativo attraverso la rete, il quale prevede che persone provenienti da diversi luoghi collaborino ad un progetto comune.

Imparare facendo

Conosciuto anche come metodo “maker”, questo concetto è strettamente legato a quello del lavoro collaborativo: gli studenti imparano a seconda della propria esperienza portando avanti progetti e realizzando attività. Portali educativi come Educación 3.0 prevedono che l’importanza della cultura “maker” crescerà nel 2018.

La metodologia dell’“Imparare facendo” è quella predominante nelle istituzioni con le quali FUNIBER collabora. La Fondazione, infatti, ha organizzato diversi laboratori affinché gli studenti di master e dottorati patrocinati dalla Fondazione acquisiscano dimestichezza con questo metodo di insegnamento.

Formazione continua

Durante il Congresso Internazionale sull’Innovazione Educativa 2017 di Monterrey si è parlato di apprendimento nel corso di tutta la vita e di quanto questo sia necessario per potersi adattare a un mondo in costante evoluzione e nel quale titoli e lauree perderanno sempre più importanza in favore delle abilità che si impareranno lungo il cammino. La formazione continua acquisisce quindi un’importanza fondamentale e di conseguenza l’esigenza di far condividere attività educativa e lavorativa.

Mindfulness

Un concetto fino ad oggi poco usato nel mondo dell’educazione, ma che molti portali specializzati, come Educación 3.0, Universia e Real Influencers, sono d’accordo nel’indicare come la prossima tendenza educativa. Mindfulness in educazione vuol dire insegnare usando le emozioni, attraverso stimoli positivi che riducano lo stress e favoriscano il benessere. Nella pratica, si tratta di un tipo di apprendimento basato sull’intrattenimento che cerca di risvegliare curiosità e voglia di sapere.

La Mindfulness è uno degli strumenti con i quali si propone di lavorare l’innovativo Master in Coaching Personale e Leadership Organizzativa, patrocinato da FUNIBER e offerto dalla Universidad Europea del Atlántico (UNEATLÁNTICO).

estudiar-de-forma-mas-eficiente

COME FARE PER ESSERE PIÙ EFFICIENTI NELLO STUDIO?

Domande Frequenti

Ogni studente, prima o poi, si è visto obbligato a memorizzare grandi quantità di pagine in poco tempo, magari abusando di caffè o bevande energetiche per poter restare alzati più a lungo, sacrificando ore di sonno a beneficio di quelle dedicate allo studio. Situazioni come questa, riguardanti normalmente studenti a tempo pieno, possono peggiorare considerevolmente nel caso di corsi realizzati a distanza, quando è necessario mettere d’accordo lavoro e studio, e il tempo libero che possiamo dedicare a quest’ultimo è poco. È il caso di molti alunni che studiano nella rete universitaria di cui fa parte la Fondazione Universitaria (FUNIBER). Per questo motivo abbiamo preparato una piccola lista di consigli per migliorare la propria efficienza e ottimizzare il tempo dedicato allo studio.

L’importanza delle ore di sonno

Secondo molti studiosi, dormire fa molto bene poiché aiuta a consolidare memoria, crescita e apprendimento. Ma non c’è bisogno di eccedere: 7 ore di sonno sono sufficienti a ottenere il massimo dal tempo dedicato allo studio e i migliori voti possibili, secondo uno studio dell’Università di Brigham Young, pubblicato su The Eastern Economic Journal. È quindi sconsigliato sacrificare ore di sonno o fare abuso di caffè la notte prima di un esame o di un test.

Mettersi spesso alla prova è positivo

Qualche tempo fa, la rivista Science ha pubblicato uno studio secondo il quale la realizzazione di esami e test di valutazione può aumentare del 50% il volume e la capacità di apprendimento. Per arrivare a questi risultati, si consiglia di mettersi alla prova a brevi intervalli o alla fine di ogni unità. Inoltre, la motivazione e l’attenzione vengono mantenute ad alti livelli durante ogni modulo, proprio per la consapevolezza della valutazione prevista alla fine dello stesso, e questo crea un effetto psicologico molto positivo.

Frammentare il tempo di studio

Il cervello umano può mantenere un’alta densità solo durante un tempo limitato che di solito non supera i 20-30 minuti: la conosceza, pertanto, viene assimilata meglio durante lassi di tempo brevi però più intensi rispetto ad una sessione lunga e ininterrotta. Perciò, secondo il libro Make it Stick: the Science of Successful Learning, pubblicato dalla Università di Harvard, è consigliabile frazionare lo studio e spaziare le sessioni; per esempio, è altamente raccomandato alternare una mezz’ora di studio a 10 minuti di riposo.

Stabilire una routine di studio

Si tratta di un dettaglio molto importante, in particolare quando parliamo di studiare a distanza, situazione in cui la disciplina assume maggior importanza. È molto più facile per il cervello assimilare conoscenza se affrontiamo le materie in modo organizzato, strutturato e lavorando quotidianamente, per evitare la fretta dell’ultim’ora e di studiare fino a notte tarda. Inoltre, abituarsi ad un orario prestabilito evita la tendenza a saltare sessioni di studio.

Essere proattivi

L’atteggiamento dello studente non dovrebbe mai essere passivo. Il processo di studio non può consistere nello stare seduti e cominciare a leggere: bisogna evitare di imparare a memoria. Lo studente deve cercare le informazioni, anche quelle addizionali, da solo, in quanto ciò presuppone una migliore preparazione per le domande aperte. È consigliabile anche scrivere a mano schemi, note e riassunti in fogli singoli utilizzando parole proprie, poiché essere in grado di parafrasare le lezioni presuppone per il cervello uno sforzo attivo di comprensione, in quanto in questo modo cerchiamo di “fare nostro” il contenuto. Anche spiegare la lezione a qualcun altro ad alta volce funziona allo stesso modo, trattandosi di un’attività che consente di riformulare la lezione e allo stesso tempo di autovalutarsi.